MK83 ver. A (CNR-PISA): per implementare una maggiore capacità di memoria dischi è stato aggiunto un chip SMC 1797 con separatore dati esterno FDC9229BT e relativi ponticelli JB10 per impostare il delay sulla precompensazione in scrittura. Allo scopo di poter utilizzare al meglio la doppia densità (MFM) con drive 8” è stata portata la frequenza di clock del sistema a 4 MHz (prelevando il clock dal pin 5 di U96) ed inserendo la serie componenti Z80 di tipo A. Inoltre i seguenti IC sono stati cambiati: U97=7406; U98=FDC9229BT; U99=LS243; U100=LS243. La eprom è ancora di tipo 2716 e gli IC Dram sono ancora di tipo 4116. Ne sono entrato in possesso nel Dicembre 2012. Dispone di n° 2 eprom di tipo 2716 con firmware versione 4.2 che viene caricato in memoria RAM all’ indirizzo F800H (non è da sapere se il firmware caricato in memoria interagisce successivamente con il contenuto delle eprom effettuando il loro switch di banco). Purtroppo non dispongo dei dischetti del sistema operativo CP/M ma attraverso il comando R disponibile nel firmware è possibile leggere manualmente i settori standard da 128bytes.

Di questa versione dispongo gli schemi elettrici non esatti fotocopiati nel 1984 dal CNR di Pisa.

DSCN0020

Aggiornamenti al 15/3/2013:

a) Ho provveduto a modificare opportunamente il cablaggio dei segnali del connettore IDC a 34 pin per poter gestire drive da 3,5″ attraverso il normale cavo flat a 34 poli;

b) sul contenitore originale ho creato una apposita mascherina per poter posizionare come drive operativi una coppia di unità drive da 3,5″;

c) Verificata la funzionalità di accesso via RS-232 con TeraTerm a 9600bps con esito positivo.

Attività Mancanti: creare un adeguato disco di sistema per questa macchina. 

Lascia un commento

Search

Categories

Archivi