Le caratteristiche del primo PC IBM (1982)

Il primo PC IBM era una macchina con CPU 8088 a 6 Mhz, aveva 64 KB di DRAM espandibili fino a 256KB, era dotato di due floppy disk da 5.25″ a singola faccia registrabile in singola densità con capacità di soli 160 KB; la tastiera aveva 84 tasti e il monitor era monocromatico a fosfori verdi (con una persistenza leggermente alta) che poteva visualizzare 25 righe di 80 caratteri (questa era una novità in quanto i monitor dei microcomputer che lo avevano preceduto avevano 24 righe come i terminali dei minicomputer); il computer disponeva di una porta parallela, di una porta seriale e anche di una porta alla quale poteva essere collegato un comune registratore a cassette. Il sistema operativo era il PC DOS (versione 1.1).

Dopo solo qualche mese dalla nascita del primo PC la IBM comiciò a montare floppy a doppia faccia con una capacità di 360 KB e a equipaggiare di base una memoria di 256 KB espandibile fino a 640KB. Il sistema operativo passò in quell’occasione al 2.0.
Fonte “Sito personale di Franco Fellicò”

Nel Settembre 2011 per motivi di lavoro ho avuto modo di scoprire in una vecchia soffitta un Personal Computer IBM XT mancante della tastiera e del relativo monitor monocromatico.  All’interno erano presenti l’alimentatore originale, la mainboard con la CPU 8088 equipaggiata con 64KB di DRAM, una scheda video MDA, un controller floppy disk con una coppia di drive full size Tandon TM100-2A e una scheda interfaccia SDLC che consentiva di collegare il computer ad un mainframe.

La fortuna ha voluto che riuscissi anche a recuperare vari tipi di monitor tra cui anche uno di tipo monocromatico. Si trattava di un Philips BM7513 di cui sono riuscito a creare il relativo cavetto di collegamento tra ingresso rotondo tipo DIN e cannon 9 pin.

Dopo aver verificato le tensioni di alimentazione dell’alimentatore, ed aver estratto e riposto la scheda SDLC, ho alimentato la sola mainboard ed a video è comparsa la richiesta di errore 301 indicante la mancanza della connessione ad una tastiera.  Ho provveduto quindi a testare separatamente le singole unità disco su un altro PC con esito positivo per entrambe. 

Un paio di mesi dopo sono riuscito ad entrare in possesso di una tastiera dotata di commutatore interno XT/AT ed ho quindi avuto modo di completare il test della macchina IBM 5150 che ha effettuato con successo il caricamento del sistema operativo MSDOS.

Di seguito alcune foto del PC 5150 recuperato:

 

Nella primavera 2012 dopo aver lasciato qualche richiesta in giro mi contattò una signora che aveva da fare pulizia nel suo garage. Il materiale recuperato fu un monitor monocromatico IBM 5151, almeno 5 tastiere IBM di vario tipo, un computer PS/1 completo e un computer IBM APTIVA (solo case). Tutto in ottimo stato di conservazione.

Dopo una sommaria pulizia del monitor che era stato ben conservato, aver lavato con acqua e sapone tutti i componenti della tastiera ed aver atteso la loro asciugatura, ecco di seguito il risultato:

PS: Ho provveduto a pesare la sola tastiera : 2,5Kg

Lascia un commento

Search

Categories

Archivi