Un amico nell’autunno 2011 mi ha regalato un PC IBM AT con data impressa sul contenitore del 18 Novembre 1985 completo di Hard Disk IBM da 256 MB (IBM-H3256-A3) ed alimentatore originali. Aprendolo ho scoperto quello che nei primi anni 80 sovente avveniva: sostituire la “vecchia” motherboard con processore i286 e sostituirla con una nuova motherboard con nuovo processore i386.  Infatti il case IBM AT conteneva una vecchia motherboard i386 di dimensioni molto più piccole della scheda IBM AT originale.  Ad una ricognizione più attenta la motherboard i386 non poteva funzionare in quanto alcune piste (vicino al connettore di alimentazione) erano state corrose dal liquido fuoriuscito dalla piccola batteria ancora presente.  Dopo aver smontato la motherboard i386, sono riuscito a ripararla ricostruendo manualmente alcune piste interrotte infatti, il computer IBM ricevuto conteneva anche una scheda video VGA OAK e una scheda multifunzione PTI-227B in grado di effettuare correttamente il boot dell’MS-DOS. Ho quindi riposto il case IBM AT in attesa di poter completare il sistema con l’acquisto successivo dei vari componenti di cui in primis la motherboard.

Un ottimo sito che descrive molto bene questo sistema IBM è vintage-computer.com.  Da esso si deduce che furono prodotte 3 tipi di motherboard per IBM 5170:

Type 1: Fitted to 5170 models 068 and 099.
BIOS ROMs dated 01/10/84. 6 MHz operation. (photo)

Type 2: Fitted to 5170 model 239. The type 2 motherboard is physically smaller than the type 1 motherboard.
BIOS ROMs dated 06/10/85. 6 MHz operation.

Type 3: Fitted to 5170 models 319 and 339. Physically very similar to the type 2. Type 3 motherboards are labeled “FRU 6489922”.  A possible difference compared to type 2 is that the keyboard controller chip (soldered in) may contain different code, to cater for the 101 key enhanced keyboard. (photo)
BIOS ROMs dated 11/15/85. 8 MHz operation.

Altro ottimo sito descrittivo è Paulaxford.com

La motherboard IBM 286 non è così usuale da trovare nè in Italia nè in Europa. D’altra parte diversi venditori americani proponevano la scheda madre a prezzi così esosi che l’aggiunta delle spese di spedizione intercontinentali mi dissuadevano dal suo acquisto.

Nel Gennaio 2013 però una persona di Jefferson City (Missouri – USA) ne mise in vendita addirittura 6, senza però offrire la sua spedizione intercontinentale.  Appoggiandomi ad un amico del South Carolina sono riuscito ad acquistare un paio di schede facendole recapitare al suo indirizzo e successivamente ha poi lui provveduto a spedirmele in Italia complessivamente per meno di € 40,00 ciascuna.  Ecco la foto della scheda:

IBM 286 Board

Entrambe le motherboard erano di Type 1 ed equipaggiate con 4 banchi di 18 chip da 128Kbit in piggyback per complessivi 512KBytes di DRAM. Il 3 Marzo 2013 sono riuscito ad accendere il computer IBM impiegando entrambe le schede originali IBM Type 1 acquistate e verificandone positivamente il loro funzionamento. Il Bios (U27 ed U47) originale di base, nel caso non venga caricato il sistema operativo MS-DOS, commuta immediatamente nel linguaggio BASIC.

La fase successiva fu quella di tentare di effettuare il boot dell’MS-DOS utilizzando l’hardware esistente composto dal controller PTI-227B e dal disco originale IBM-H3256-A3. Purtroppo il BIOS originale IBM conteneva residenti le geometrie logiche di diversi Hard Disk dell’epoca, ma nessuna corrispondeva a quella dell’IBM-H3256-A3: semplicemente all’epoca della motherboard Type 1 i BIOS NON prevedevano la possibilità di utilizzare Hard disk da 256MB.  Installando quest’ultimo in un vecchio PC del laboratorio (Pentium 4), veniva riconosciuto come: 872CYL, 16HEAD, 0PreComp, 872LandingZone, 36Sector/Track per complessivi 256Mbyte. Il problema fu quello di trovare in Internet un nuovo BIOS “adatto” per la mia motherboard originale IBM in modo che disponesse della esatta geometria del mio disco IBM-H3256-A3 o che consentisse di inserirne manualmente la sua geometria logica.  Dopo alcune ricerche mirate in Internet, sono riuscito dapprima a trovare il BIOS AMI “BIOS_5170_30APR89” costituito da 2 files (Even e Odd) da programmare in due Eprom 27256 da 150nS. Una volta programmate le Eprom ed inserite al posto del Bios originale rendeva disponibile la posizione 47 (User Disk) in cui consentiva di inserire manualmente i parametri della geometria logica del disco IBM da 256MB.

Effettivamente non tutto è filato liscio come ho descritto tant’è che siamo arrivati al 9 Luglio 2014 giorno in cui dopo vari tentativi sono riuscito dapprima, su un vecchio Pentium4, a formattare ed installare il DOS 6.22 su una Compact Flash da 32MB attraverso un adattatore CF-IDE tipo questo, e successivamente sul computer IBM 286, ad effettuare il boot dell’MS-Dos utilizzando la medesima Compact Flash da 32MB con l’adattatore CF-IDE. Con l’MS-DOS caricato dalla Compact Flash sono quindi riuscito a formattare ed installare l’MS-DOS 6.22 sull’Hard Disk IBM-H3256-A3. Una volta attivata poi la partizione e configurato il disco come Master ho finalmente effettuato il boot dell’MS-DOS 6.22 dall’Hard Disk dal mio computer IBM 286.

Successivamente sono riuscito a installare un differente BIOS: “BIOS_30MAR90_QUADTEL_ENH_286_BIOS_3.05.01_27256” che a mio modo di vedere è anche migliore rispetto all’AMI BIOS. La differenza sostanziale è che direttalmente all’avvio consente di modificare direttamente i parametri in modo molto semplice.

Il computer inizialmente testato con una tastiera Multitech KB084-PC/AT dotata di switch XT-AT  è stato corredato da una tastiera originale IBM 1391404 (anno 1985) a cui avevo aggiunto un semplice adattatore PS2 femmina – DIN maschio. Ultime rifiniture sono state il collegare il led di accensione e di accesso al disco rispettivamente alla motherboard ed alla scheda multifunzione e collegare un pacco batterie da 6 volt (4 ministilo AAA) alla motherboard per mantenere le informazioni nel BIOS a computer spento (altro metodo poteva essere quello di riprogrammare le Eprom inserendo la geometria logica del disco IBM, ma questo non avrebbe evitato la richiesta di inserire i dati richiesti ad ogni accensione del computer).

Purtroppo non dispongo né di scheda video grafica e controller originali, né di monitor grafico ma complessivamente la macchina si presenta in ottime condizioni e perfettamente funzionante.

Equipaggiamento presente:

Motherboard IBM 286 Type 1 con 512MB DRAM, n° 2 eprom originali tipo 6181028 e 6121029, n° 2 eprom 27C256-15 con BIOS QUADTEL (operative), scheda video 1570SX con Video Processor OTI077 , scheda multi-IO tipo PTI-227B (con 2xRS232, 1xLPT1, 1xGames port, FD e HD IDC connectors), 1x HD IBM-H3256-A3, 1x Floppy Disk 720KB Chinon FZ-357 e adattatore IDC-Card Edge, 1x Floppy Disk Shugart Associates 1,2MB YD-380, alimentatore IBM AA13240 Power Supply w/ External Switch e tastiera IBM 1391404.

 Ecco come si presenta il case dell’IBM AT 286:

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Search

Categories

Archivi