La figura seguente illustra come veniva descritto il Modello T sulla Rivista BIT anno 2 numero 3  (con all’interno di [..] le mie note) :

 

1           Microcomputer base [si intendeva il case, la scheda principale, il monitor e la tastiera]

2           Scheda [slot ROM] di memoria in sola lettura (EPROM) che poteva essere:

              a – 4K (4 X 2708) – in dotazione standard

              b – 8K (4 x 2716)

              c – 12K (3 X 2732)

3           Scheda di memoria [slot RAM0] da 16Kbytes in lettura/scrittura (RAM) – in dotazione standard

4           Schede di estensione di memoria [slot RAM1 e RAM2]  ciascuna da 16Kbytes in lettura/scrittura 

5           Video display

              a – monitor standard [12″ B/N o su richiesta anche a fosfori verdi completo di elettronica analogica x il video]

              b – (oppure) televisore utente interfacciato direttamente o tramite

              c – modulatore video per ingresso da presa antenna TV

6           Cavo di connessione video display

7           Interfaccia [slot ACI] per due audio registratori [utilizzati al tempo come economici dispositivi di archiviazione]

8           Cavi di connessione registratori

9           Audio registratori

10        Cassetta per programmi o dati

11        Scheda di interfaccia parallela TPIO [interfaccia tipo Centronics]

12        Stampante termica alfanumerica a 20 colonne

13        Interfaccia per stampante serie 700 [PRT]

14        Cavo di connessione per stampante serie 700

15        Stampante alfanumerica a pagina serie 700

16        Floppy disk controller IBM compatibile [FDC]

17        Set di cavi interni per la connessione del minifloppy disk drive

             a – per la connessione del solo floppy interno

             b – per la connessione dei floppy interno ed esterni

18        Minifloppy disk drive interno

19        Primo minifloppy disk drive esterno con cabinet ed alimentatore

20        Secondo minifloppy disk drive esterno

21        Minidisco per programmi e dati

22        Scheda di interfaccia parallela TPIO per la connessione di una periferica non standard
(questo spazio potrebbe essere occupato invece da una scheda TSER)

23        Cavo DiP/DF di connessione della scheda TPIO al pannello posteriore dei microcomputer

24        Cavo OM/DIP di connessione del pannello posteriore alla periferica esterna

25        Periferica esterna non standard con interfacciamento paral­lelo

26        Scheda di interfaccia seriale TSER per la connessione di una periferica esterna che usi lo standard RS-232-C
(opp. 20mA loop di corrente). (1) [US1/US2]

27        Cavo 2DIP/DIM di connessione dalla scheda TSER al pan­nello posteriore del microcomputer

28        Cavo DM/DM di connessione dal pannello posteriore alla periferica esterna RS-232-C (opp. 20mA loop di corrente)

29        Periferica esterna interfacciata serialmente sullo standard RS- 232-C (opp 20mA loop di corrente).
(nella figura un plotter per uscita grafica)

(1) – Questo spazio potrebbe essere occupato da una scheda TPIO

Di seguito l’elenco incompleto delle schede con le mie note aggiuntive “scoperte” con la loro osservazione /studio:

Scheda madre, p.c. ref7080 rev ??

 

La scheda principale, accoglie :

  • Connettore di alimentazione, dotato di tacca riferimento per corretta inserzione, per tre distinte tensioni in alternata fornite dal trasformatore e misurate a vuoto di 17Vca, 10Vca e 10Vca. ;
  • 3 distinti circuiti raddrizzare e stabilizzare le 3 distinte alimentazioni +5Vcc, -5Vcc e +12Vcc mediante 3 ponti raddrizzatori, 3 condensatori elettrolitici, e 3 regolatori di tensione due dei quali di tipo To3 (7805 e 7512) ed uno di tipo To3B (7905). Si è notato che sia il ponte raddrizzatore del +5Vcc che i regolatori installati sullo stampato scaldano parecchio ragion per cui la vetronite risulta in loro corrispondenza leggermente “cotta”;
  • La CPU Z80 e un po’ di elettronica di contorno per bufferizzare i segnali del data bus che per creare la selezione delle periferiche sull’address bus;
  • Ben 11 connettori BUS fisicamente indirizzati dei quali n° 6 con 45 contatti per schede (nell’ordine di collocazione): ROM, RAM2, RAM0, RAM1, Sync e MEM e n° 5 con 30 contatti per schede: FDC, US1, PRT, US2 e ACI.
  • Sono presenti altri connettori per  Zoccolo a 16 pun dual in line per collegamento Tastiera, doppio pin a saldare per Uscita video composita con sincronismi negativi e doppio pin a saldare per cicalino.

Con tutti i chip con la tacca di riferimento orientati verso il grosso condensatore blu ed U10 orientato verso il connettore di alimentazione, abbiamo:

Id Tipo Funzione
U1 Z80 (MK3380N)  CPU
U2  non presente
U3 74LS245N  Buffert Data Bus
U4 74157PC  Selez.Memoria DRAM
U5 74157PC  Selez.Memoria DRAM
U6 74LS139N
U7 SN74LS32J
U8 74LS00N
U9 DM74L04N
U10 74LS245N  Buffer Tastiera
U11 74LS74N
U12 74121N
U13 7404PC
U14 SN74LS32J
U15 74LS157N  Selez.Memoria Video
U16 74LS157N  Selez.Memoria Video
U17 74LS157N  Selez.Memoria Video


Scheda ROM – con 45 contatti  – EPROM board, p.c. ref. 2082 rev. B date 4.7.79

La scheda contiene fino a 4 zoccoli per eprom tipo 2708 (tripla alimentazione) con il firmware del sistema.
A seconda di quante schede di memoria da 16KB ciascuna erano inserite, erano necessarie apposite Eprom in posizione U1 ed U2. (Fondamentalmente contenevano il codice per rilocare opportunamente lo spazio dell’area di lavoro disponibile per i programmi).

Con tutti i chip con la tacca di riferimento orientati verso l’alto, abbiamo:

Id Tipo Funzione
U1 prob. 2708 DTSTAR (in questa posizione c’è sempre una eprom etichettata DTx)
U2 prob. 2708 HTSTAR (in questa posizione c’è sempre una eprom etichettata YHTx)
U3 prob. 2708 A
U4 prob. 2708 B
U5 74LS139N Attiva 1 eprom alla volta

 

Scheda RAM2, RAM0 e RAM1  – con 45 contatti – Ram board, pc Ref. 2083 rev A date 5.4.79

La scheda contiene n° 8 chip di DRAM 4116 a tripla alimentazione per complessivi 16KB.

  • slot RAM0 da 0 a 16K (0-3EFFH)
  • slot RAM1 da 17 a 34K (3F00H-7EFFH)
  • slot ROM2 da 34 a 48K (7F00-BEFFH)

Con tutti i chip con la tacca di riferimento orientati verso l’alto, abbiamo:

Id Tipo Funzione
U1,U2,U3,U4,U5,U6,U7 4116 1Kbit DRAM

 

Scheda SYNC – con 45 contatti – Scheda Sync, ref.3085 rev B.  date 4.7.79

La scheda genera a partire da un singolo quarzo da 100KHz, i segnali di sincronismo per tutto il sistema

Tutti i chip sono orientati verso sinistra o verso l’alto:

Id Tipo Funzione
U1 74LS00PC Squadra la freq. Clock
U2 74Ls86PC
U3 DM74LS20N
U4 74LS00PC
U5 74LS93N Divisori
U6 74LS90N
U7,U8,U9 74LS93N Divisori

 

Scheda FDC – con 30 contatti – Controller floppy, 3088A rev. C  date 7.11.79

La scheda interfaccia per Drive Floppy 8”  con lettura/scrittura in FM e MFM mode:

Id Tipo Funzione
U1 7404N
U2 7404N
U3 WD1791  FDC chip
U4 74LS193N
U5 74LS123N
U6 74LS93N
U7 74LS374N Octal D-Type Edge Triggered Flip-Flops with 3-State Outputs
U8 74LS245N
U9 74LS139N

Di seguito la identificazione dei pin del connettore a pettine verso i drive da 8″ ancora da completare:

Connettore a pettine  IC  Direction Significato
2 x Head Load
4 x
6 To U1 pin 11 7404 in  Ready
8 To U1 pin 9 7404 in Index
10 To U7 pin 12 374 out SelDrv1
12 To U7 pin 9 374 out  SelDrv2
14 To U7 pin ? 374  SelDrv3
16 x Motor On
18 ? Direction
20 To U2 pin 6 7404 out Step
22 To U2 pin 10 7404 out Write Data
24 ? Write Gate
26 ? Track 00
28 ? Write Protect
30 To U5 pin 1 123 in Read Data
32 x Head Select
34 x Disk Change

 

Scheda US1 – con 30 contatti – Scheda seriale, STARI 7087A date 2.82

La scheda supporta una doppia porta RS232 a livello TTL mediante uno Z80A SIO-O.  Nella figura la scheda non è equipaggiata dei chip per la porta B.  Era possibile personalizzare i segnali di ciascuna porta mediante dei jumpers da effettuare sul connettore presente sopra al connettore di ciascuna porta.  E’ presente un Jumper JP da posizionare su R o su C.
Con tutti i chip con la tacca di riferimento orientati verso l’alto, abbiamo:

Id Tipo Funzione
U1 Z80SIO-0B1
U2 74LS93N
U3 74LS74N
U4 74L04N
U5,U6,U7,U8 SN75138J

 

Scheda PRT – con 30 contatti – PRT board, art.3086 date 12/80

Era la scheda di interfaccia per una stampante Centronics. Si osservi come il cavo flat è completamente collegato sullo zoccolo in alto e solo per metà nello zoccolo in basso. Il flat termina su un connettore cannon a 15 pin femmina.

Con tutti i chip con la tacca di riferimento orientati verso sinistra, abbiamo:

Id Tipo Funzione
U1 74LS374N Octal D-Type Edge Triggered Flip-Flops with 3-State Outputs
U2 74125PC QUAD BUS BUFFERS (3-STATE).
U3 SN75138J 1-OF-8 DECODER/ DEMULTIPLEXER



Scheda US2 – con 30 contatti

 Questa scheda non era inclusa nel materiale acquisito e non sono in grado di fornire al momento ulteriori informazioni.


Scheda  MEM – con 45 contatti – ref. 3100 rev. C date 3.12.79

Questa è la scheda video da 1024KB  che termina con il transistor Q1 che miscela i segnali di sincronismo negativi con il segnale video per generare il segnale video composito rilevabile sul “filo” R2. L’integrato U7 di figura è “composto” da ben 2 x 74LS74 montati in piggyback  ancora da analizzarne le effettive connessioni. Presumo che essendo un 74LS74 un “Dual Positive-Edge-Triggered D Flip-Flops with Preset, Clear and Complementary Outputs”  sia stato impiegato per prelevare una uscita -Q in modo da creare un segnale di sincronismo invertito. Ma è tutto da verificare.

Id Tipo Funzione
U1 2114 1K x 4bit
U2 2114 1K x 4bit
U3 2708 GCEM1 Eprom Gen. Caratteri M1
U4 2708 GCEM2 Eprom Gen. Caratteri M2
U5 74LS165 8-BIT PARALLEL-TO-SERIAL SHIFT REGISTER out pin 9 ->pin12 U6
U6 74LS32
U7 74LS74N E’ un doppio chip combinato (piggyback)
U8 74LS245N Bufferizza il data bus

Scheda ACI – con 30 contatti – n° 3090 (Schema a pg 80 del manuale)

La scheda [non presente nel lotto recuperato ma acquisita da internet ed inserita per completezza] consentiva di interfacciare un registratore a cassette per il caricamento e salvataggio dei programmi/dati.

Id Tipo Funzione
U1 74LS75
U2 74125
U3 7406
U4 7427
U5 TIL086
U6 Relais
U7 Relais
U8 74121 (?)

Connettori
J1-M
J2-M
J1-S
J2-S

 

Monitor Video e elettronica analogica di controllo

Dopo una attenta analisi  *Gabriele* è riuscito a individuare le caratteristiche di questo insieme di componenti. La foto seguente illustra le 3 schede che compongono la elettronica analogica del monitor video:

SAMSUNG

Esse, insieme al monitor da 12″, fanno parte di una singola fornitura della FIVRE il cui schema elettrico è strettamente molto simile al kit monitor del computer di Nuova Elettronica e qui.   A questo indirizzo è invece disponibile anche la descrizione del suo insieme. Non sappiamo se le condizioni delle schede consentono di poterle riparare o piuttosto sostituire in tutto questa sezione video.

 

Non appena disponibili ulteriori informazioni saranno inserite per documentare al meglio possibile le informazioni su ciascuna scheda.

 

Lascia un commento

Search

Categories

Archivi